Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

mirko-c [2019/09/27 23:36] (versione attuale)
Linea 1: Linea 1:
 +====== Pagina dei lavori di Mirko Cerati ======
 +====== Table of Contents ======
 +[[#Pagina dei lavori di Mirko Cerati|Pagina dei lavori di Mirko Cerati]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​|Storia:​]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Preistoria|Preistoria]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Mitologia|Mitologia]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Periodo italico|Periodo italico]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Periodo greco|Periodo greco]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Periodo romano|Periodo romano]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Medioevo|Medioevo]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Medioevo-Il ducato bizantino|Il ducato bizantino]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Medioevo-Le corti normanne|Le corti normanne]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Storia:​-Medioevo-Periodo angioino e aragonese|Periodo angioino e aragonese]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Geografia:​|Geografia:​]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Geografia:​-CALABRIA|CALABRIA]][[#​toc13|]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Geografia:​-Idrografia|Idrografia]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Geografia:​-Geologia|Geologia]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Geografia:​-Clima|Clima]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Scienze:​|Scienze:​]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Scienze:​-calabria|calabria]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Scienze:​-Vegetazione|Vegetazione]][[#​Pagina dei lavori di Mirko Cerati-Inglese:​|Inglese:​]]
 +===== Storia: =====
 +==== Preistoria ====
 + Le prime tracce della presenza dell'​uomo in Calabria risalgono al [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Paleolitico|Paleolitico]] come ne testimoniano i ritrovamenti nelle grotte di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Praia_a_Mare|Praia a Mare]] e il graffito del //​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Bos_taurus_primigenius|Bos primigenius]]//​ della [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Grotta_del_Romito|Grotta del Romito]] a [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Papasidero|Papasidero]],​ una figura di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Bos_taurus|bovide]] incisa nella roccia 12.000 anni fa. Durante l'//​era dei metalli// giunsero nuove popolazioni,​ uno degli insediamenti più importanti risalente a quel periodo è il complesso di Torre Galli nei pressi di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Vibo_Valentia|Vibo Valentia]], inoltre, nei pressi di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Roccella_Ionica|Roccella Ionica]], sul finire degli anni sessanta, furono condotti degli scavi che riportarono alla luce una necropoli risalente all'​età del ferro, così come, negli anni cinquanta, in contrada Ronzo a Calanna a poca distanza dall'​abitato si scoprì la necropoli di un villaggio protostorico databile ai secoli XI- X a.c, importanti reperti ritrovati sono conservati a Reggio Calabria nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Museo_nazionale_della_Magna_Grecia|Museo nazionale della Magna Grecia]].\\ ​
 +==== Mitologia ====
 + ​Secondo il mito , [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Aschenez|Aschenez]],​ pronipote di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​No%C3%A8|Noè]],​ mercante semita ed inventore della barca a remi, giunse tre generazioni dopo il diluvio universale sulle sponde dove fu fondata [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Reggio_Calabria|Reggio]]. Ciò è testimoniato dalle informazioni riportate successivamente da [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Giuseppe_Flavio|Giuseppe Flavio]] e da [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​San_Girolamo|San Girolamo]][//​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Wikipedia:​Uso_delle_fonti|senza fonte]]//​].\\ ​ Più tardi, secondo il mito greco, circa 850 anni prima della [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Guerra_di_Troia|guerra di Troia]], vi sarebbero dunque giunti //​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Enotri|Enotrio]]//​ e //​Peucezio//​ (riportato anche come //​Paucezio//​),​ di stirpe [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Enotri|enotria]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Pelasgi|pelasgica]],​ originari della [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Siria|Siria]] che, trovando il suolo molto fertile, chiamarono la regione "​Ausonia"​ in ricordo dell'​Ausonide,​ fertile zona della Siria.\\ ​ Secondo la leggenda [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Enotrio|Enotrio]] avrebbe regnato per 71 anni e alla sua morte gli sarebbe succeduto il figlio //​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Italo_%28mitologia%29|Italo]]//​ (//"​uomo forte e savio"//​ secondo quanto narra [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Dionigi_di_Alicarnasso|Dionigi di Alicarnasso]]) che regnò su una popolazione "​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Itali|Italòi]]"​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Calabria#​cite_note-6|[6]]] che occupavano la penisola nella zona situata a sud dell'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Istmo_di_Catanzaro|Istmo di Catanzaro]],​ che oggi sono la province di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Provincia_di_Catanzaro|Catanzaro]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Provincia_di_Vibo_Valentia|Vibo Valentia]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Provincia_di_Reggio_Calabria|Reggio Calabria]], dalla quale l'​Ausonia avrebbe preso il nuovo nome di "​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Italia|Italia]]",​ come riportano [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Tucidide|Tucidide]] (//"​quella regione fu chiamata Italia da Italo, re arcade"//​) e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Publio_Virgilio_Marone|Virgilio]] (//​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Eneide|Eneide]],​ III//). Sappiamo comunque da Dionigi di Alicarnasso (1 11,2-4; 12,1) e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Diodoro_Siculo|Diodoro Siculo]] che gli "​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Ausoni|Ausoni]]"​ (abitanti dell'​Ausonia) erano stanziati nella zona di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Reggio_Calabria|Reggio]] già intorno al [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​XVI_secolo_a.C.|XVI secolo a.C.]]. Si sa che il popolo degli Enotri si distinse in tre rami, [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Itali|Itali]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Morgeti|Morgeti]][[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Calabria#​cite_note-7|[7]]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Siculi|Siculi]].\\ ​
 +==== Periodo italico ====
 + Tali popolazioni dunque (Itali-Ausoni-Enotri,​ di probabile origine indoeuropea,​ Italici appartenenti al gruppo latino-falisco),​ avrebbero abitato prevalentemente le zone costiere. I Lucani (Italici indoeuropei,​ appartenenti al gruppo osco-umbro),​ abitavano nella regione che da essi prese il nome di "​Lucania",​ a nord della Calabria. L'​entroterra della Calabria (chiamato in seguito dai Romani "​Bruttium"​),​ fu abitato principalmente dai [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Bruzi|Bruzi]] (di temperamento bellicoso, chiamati Brutti o Bretti, strettamente imparentati coi Lucani) oltre che da genti di origine iberica. Il centro nevralgico di questo popolo era Consentia, l'​attuale [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Cosenza|Cosenza]],​ la quale venne eletta dalle tribù dei Bruzi, dopo essersi coalizzate in una lega, "​capitale"​ della regione. Fu occupata dai Romani assieme al resto della Magna Grecia nel 265 a.C., ma durante la seconda guerra punica si ribellò a Roma per allearsi con Annibale, per poi ritornare sotto il saldo controllo della repubblica romana dopo la sconfitta del condottiero cartaginese.\\ ​
 +==== Periodo greco ====
  
 +| \\ | \\ |
 +[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Capo_Colonna.png|{{http://​upload.wikimedia.org/​wikipedia/​commons/​thumb/​5/​50/​Capo_Colonna.png/​220px-Capo_Colonna.png|external image 220px-Capo_Colonna.png}}]][[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Capo_Colonna.png|{{http://​bits.wikimedia.org/​static-1.24wmf7/​skins/​common/​images/​magnify-clip.png|external image magnify-clip.png}}]]\\ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Capo_Colonna|Capo Colonna]]\\ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Reggio_calabria_mura_greche_lungomare.jpg|{{http://​upload.wikimedia.org/​wikipedia/​commons/​thumb/​7/​76/​Reggio_calabria_mura_greche_lungomare.jpg/​220px-Reggio_calabria_mura_greche_lungomare.jpg|external image 220px-Reggio_calabria_mura_greche_lungomare.jpg}}]][[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Reggio_calabria_mura_greche_lungomare.jpg|{{http://​bits.wikimedia.org/​static-1.24wmf7/​skins/​common/​images/​magnify-clip.png|external image magnify-clip.png}}]]\\ ​ Mura greche al lungomare di Reggio Calabria\\ ​ Di fondamentale importanza è lo sbarco dei [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Greci|Greci]] sulle coste calabresi, i quali strapparono le terre ai [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lucani|Lucani]] (costretti a rifugiarsi nell'​entroterra e nella parte settentrionale della Calabria), e si mescolarono con gli altri popoli autoctoni, dando vita ad una cultura meticcia, greco-italica,​ estremamente florida nei secoli successivi. I Greci fondarono fiorenti colonie, così magnificenti da guadagnarsi l'​appellativo di //​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Magna_Grecia|Magna Grecia]]// (Grande Grecia), così importanti da superare, in alcuni casi, la stessa madrepatria.\\ ​ Tra l'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​VIII_secolo_a.C.|VIII]] ed il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​IV_secolo_a.C.|IV secolo a.C.]] infatti fiorivano su tutta la costa numerose ed importanti città della [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Magna_Grecia|Magna Grecia]], come [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Reggio_Calabria|Rhegion]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Crotone|Kroton]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Locri_Epizephyrii|Locri Epizephyrii]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Metauros|Metauros]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sybaris|Sybaris]],​ e numerose sub-colonie fondate dalle colonie stesse quali: [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Kaulon|Kaulon]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Vibo_Valentia|Hipponion]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Medma|Medma]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Terina|Terina]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Scolacium|Scolacium]].\\ ​ La storia delle //poleis// magnogreche vide primeggiare politicamente ed economicamente le città di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Reggio_Calabria|Reggio]] come padrona dello [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stretto_di_Messina|Stretto di Messina]] e della Calabria meridionale,​ di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Locri_Epizefiri|Locri Epizefiri]] nella parte centrale della regione, e di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Crotone|Crotone]] in quella settentrionale,​ in una storia fatta di alterne alleanze e conflitti interni tra le tre potenze della regione.\\ ​ Successivamente,​ con la pressione delle popolazioni italiche dei [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Bruzi|Bruzi]] e dei [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lucani|Lucani]] (che conquistarono anche la gran parte poleis greche), e con l'​avvento di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Roma_antica|Roma]],​ la [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Magna_Grecia|Magna Grecia]] iniziò il suo declino, dovuto anche ad una continua lotta per il predominio tra le //​poleis//​.\\ ​
 +==== Periodo romano ====
 + Dopo la conquista da parte dei [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Roma_antica|Romani]],​ nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​III_secolo_a.C.|III secolo a.C.]], i territori assunsero la denominazione di //"​Brutium"//​ ma, a parte alcune città alleate, dunque non sottomesse all'​autorità di Roma, gran parte della regione non fu in grado di ritrovare la prosperità di un tempo. Le //poleis// magnogreche erano quindi destinate a perdere il proprio potere in favore di un'​alleanza (come nel caso di Reggio) o di una colonizzazione romana (nel caso di Locri Epizefiri, Crotone e delle altre città minori). Colonie a diritto Latino furono Copia nel 194 a.C. e Vibo Valentia dedotta nel 192a.C. Quest'​ultima fu particolarmente importante I secolo a.C. e nel secolo successivo, ospitò anche l'​esercito e la flotta di Cesare e poi di Ottaviano, Appiano la ricorda come una delle città più importanti d'​Italia. Unica roccaforte della lingua e cultura greca rimaneva infatti Reggio (tra l'​altro sede del //​Corrector//,​ governatore della [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Regio_III_Lucania_et_Bruttii|Regio III Lucania et Bruttii]]), che attraverso la [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Via_Capua-Rhegium|Via Popilia]] collegava il suo porto con [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Roma|Roma]];​ città abitate dai Bruttii erano le colonie di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Cosenza|Cosenza]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Vibo_Valentia|Vibo Valentia]], [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Locri|Locri]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Crotone|Crotone]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sibari|Sibari]].\\ ​
 +==== Medioevo ====
 +=== Il ducato bizantino ===
 +
 +| \\ | \\ |
 +[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Thema_di_calabria_anno_mille.jpg|{{http://​upload.wikimedia.org/​wikipedia/​commons/​thumb/​d/​df/​Thema_di_calabria_anno_mille.jpg/​220px-Thema_di_calabria_anno_mille.jpg|external image 220px-Thema_di_calabria_anno_mille.jpg}}]][[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Thema_di_calabria_anno_mille.jpg|{{http://​bits.wikimedia.org/​static-1.24wmf7/​skins/​common/​images/​magnify-clip.png|external image magnify-clip.png}}]]\\ ​ Il //​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Thema|thema]]//​ o ducato di Calabria.\\ ​ Con la [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Caduta_dell%27Impero_romano_d%27Occidente|caduta dell'​Impero romano d'​Occidente]],​ la Calabria fu devastata dalle [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Guerra_gotica_%28535-553%29|guerre gotiche]], tra goti e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Bizantini|bizantini]],​ i quali ebbero la meglio. Successivamente a causa dell'​invasione [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Longobardi|longobarda]] i Bizantini persero gran parte dell'​Italia compresa anche parte della Calabria settentrionale,​ i territori rimasti del Bruzio furono aggregati con le terre possedute nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Salento|Salento]],​ formando il ducato di Calabria compreso nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sikelia|thema di Sicilia]].\\ ​ Successivamente il dominio bizantino in [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Italia_Meridionale|Italia Meridionale]] fu diviso in: //thema di Langobardia//,​ con capitale Bari, e, una volta caduta la Sicilia in mano agli arabi, in //thema di Calabria//, con capitale Reggio. Quest'​ultimo territorio aveva dunque ereditato il nome //​Calabria//,​ precedentemente usato per designare la penisola salentina; con l'​estendersi delle conquisti bizantine fu organizzato anche il thema di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lucania_%28thema%29|Lucania]] che comprendeva parte dell'​odierna Calabria settentrionale.\\ ​ Durante l'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Alto_medioevo|alto medioevo]] gli abitanti furono spinti verso l'​interno della regione sia dalle pestilenze che dalle incursioni piratesche, una vera minaccia per gli insediamenti costieri, continuata fino alla fine del [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​XVIII_secolo|XVIII secolo]]. Numerose furono infatti le fortificazioni collinari e montuose nell'​entroterra calabrese, costituita da villaggi arroccati in posizione sufficientemente arretrata e inaccessibile da poter avvistare in tempo le navi nemiche e sbarrare\\ ​
 +=== Le corti normanne ===
 + Alla lunga contesa arabo-bizantina mette fine però la famiglia normanna degli [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Altavilla|Altavilla]]. L'anno [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​1061|1061]] sancisce infatti che la Calabria è dei [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Normanni|Normanni]],​ suddivisa tra [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Roberto_il_Guiscardo|Roberto il Guiscardo]],​ //Duca di Calabria//, e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Ruggero_I_di_Sicilia|Ruggero]],​ //Conte di Calabria//. Il governo così organizzato fu messo in atto dai locali magnati bizantini. Il dominio viene esteso alle Puglie e da questo momento ha termine ogni pertinenza bizantina.\\ ​
 +
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Roberto_il_Guiscardo|Roberto]] conferma in [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Reggio_Calabria|Reggio]] la capitale del //Ducato di Puglia e di Calabria// e sede del //​giustizierato di Calabria//, nominandosi egli stesso Duca;
 +  * In questo periodo [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Cosenza|Cosenza]] divenne capitale e sede del [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Giustizierato|giustizierato]] Val di Crati e Terra Giordana e residenza di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Ruggero_II|Ruggero II]], Duca di Calabria che iniziò la costruzione del [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Castello_Normanno-Svevo_%28Cosenza%29|Castello]] sui ruderi di una fortezza saracena.
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Ruggero_I_di_Sicilia|Ruggero]] è invece //Conte di Calabria//, vassallo del fratello Roberto, con sede a [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Mileto_%28Italia%29|Mileto]].
 +Roberto il Guiscardo fu investito Duca di Puglia, Calabria e Sicilia il 23 agosto 1059 da [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Papa_Niccol%C3%B2_II|papa Niccolò II]] con la formula: //per Grazia di Dio e di San Pietro duca di Puglia e Calabria e, se ancora mi assisteranno,​ futuro Signore della Sicilia//​.\\ ​
 +=== Periodo angioino e aragonese ===
 +[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Gioiosa_Jonica_Castello_e_Teatro.JPG|{{http://​upload.wikimedia.org/​wikipedia/​commons/​thumb/​1/​1e/​Gioiosa_Jonica_Castello_e_Teatro.JPG/​220px-Gioiosa_Jonica_Castello_e_Teatro.JPG|external image 220px-Gioiosa_Jonica_Castello_e_Teatro.JPG}}]][[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​File:​Gioiosa_Jonica_Castello_e_Teatro.JPG|{{http://​bits.wikimedia.org/​static-1.24wmf7/​skins/​common/​images/​magnify-clip.png|external image magnify-clip.png}}]]\\ ​ Gioiosa Jonica Castello e Teatro\\ ​ È di questo periodo la diffusione del sistema feudale. Nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​1443|1443]] [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Alfonso_il_Magnanimo|Alfonso il Magnanimo d'​Aragona]] conquistando i territori degli [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Angioini|Angioini]] assegnò il territorio di Reggio a Catanzaro, poiché Reggio aveva appoggiato il suo avversario [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Renato_d%27Angi%C3%B2|Renato d'​Angiò]]. Ma una ventina di anni dopo nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​1465|1465]] [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Ferdinando_I_di_Aragona|Ferdinando I di Aragona]] (Ferrante) riassegnò il titolo di capoluogo a Reggio. Il periodo [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sovrani_d%27Aragona|aragonese]] consacrò Cosenza la più importante città del reame nel campo del diritto([[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​1494|1494]]-[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​1557|1557]]). Dopo [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Napoli|Napoli]] diventa la seconda città ad avere una [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Cartografia|cartografia]] e nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​1511|1511]] nasce l'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Accademia_Cosentina|Accademia Cosentina]] fondata da [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Aulo_Giano_Parrasio|Aulo Giano Parrasio]] e portata al suo massimo splendore da [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Bernardino_Telesio|Bernardino Telesio]], il più grande dei cosentini illustri, definito da [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Francesco_Bacone|Francesco Bacone]] il primo degli uomini nuovi.\\ ​ Nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​XVI_secolo|XVI secolo]] in Calabria fu confermata la divisione nelle due province di //Calabria Citeriore// (o Citra) e //Calabria Ulteriore// (o //Ultra//) governate inizialmente da un solo magistrato, poi dal [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​1582|1582]] le due province furono amministrate da due distinti governatori:​\\ ​
 +
 +  * uno a [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Cosenza|Cosenza]] per la [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Calabria_Citeriore|Calabria Citeriore]]:​ il capoluogo nel XVI secolo attraversò un impressionante fioritura umanistica e segnò una rinascita intellettuale,​ tanto che venne definita Atene della Calabria[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Calabria#​cite_note-8|[8]]];​
 +  * uno a Reggio per 11 anni dal 1582 al 1592, poi a [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Catanzaro|Catanzaro]] per oltre 220 anni dal 1593 al 1816 per la [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Calabria_Ulteriore|Calabria Ulteriore]][[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Calabria#​cite_note-9|[9]]]. Per un breve periodo fu capoluogo della provincia anche [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Vibo_Valentia|Monteleone]].
 +===== Geografia: =====
 +==== CALABRIA ====
 + ​Quest'​anno sono andato in Calabria (a Bianco) che una tra le tre regioni che mi piacciono di più perchè c'è sempre un gran sole e le temperature sono quasi sempre elevate.\\ ​
 +===== {{/​file/​view/​calabria.jpg/​513226052/​91x56/​calabria.jpg|calabria.jpg}} =====
 + La Calabria ha una superficie prevalentemente collinare, che si estende per il 49,2% del suo territorio. Presenta ampie zone montuose che coprono il 41,8% del suo territorio:​\\ ​
 +
 +  * a nord il versante meridionale del [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Massiccio_del_Pollino|Massiccio del Pollino]] al confine con la Basilicata, con le vette più elevate della Calabria, il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Serra_Dolcedorme|Monte Serra Dolcedorme]] 2.267 m. e il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Monte_Pollino|Monte Pollino]] m. 2.248.
 +  * nel nord-ovest, a sud della piana di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Campotenese|Campotenese]],​ si elevano i cosiddetti [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Monti_di_Orsomarso|Monti di Orsomarso]],​ e a sud del [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Passo_dello_Scalone|Passo dello Scalone]] ha luogo la [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Catena_Costiera_%28Italia%29|Catena Costiera]], che si allunga tra la costa tirrenica e i profondi valli dei fiumi [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Crati|Crati]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Savuto_%28fiume%29|Savuto]],​ che la separano dall'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Altopiano_della_Sila|altopiano della Sila]].
 +  * nel centro-nord la Sila, un vasto altopiano con foreste di aghifoglie e latifoglie che si estende a sud fino all'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Istmo_di_Catanzaro|istmo di Catanzaro]];​
 +  * Al di sotto dell'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Istmo_di_Catanzaro|istmo di Catanzaro]],​ iniziano le [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Serre_calabresi|Serre calabresi]],​ tra cui spiccano quelle vibonesi che si spingono con un doppio allineamento montuoso fino a congiungersi direttamente con l'​Aspromonte;​ la vetta più elevata delle Serre, il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Monte_Pecoraro|Monte Pecoraro]], raggiunge 1420 m;
 +  * fra le pianure di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Piana_di_Sant%27Eufemia|Piana di Sant'​Eufemia]] e di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Piana_di_Gioia_Tauro|Piana di Gioia Tauro]] si erge il gruppo del [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Monte_Poro|monte Poro]] 710 m nella zona sud della provincia di Vibo Valentia;
 +  * a sud infine si erge l'​acrocoro dell'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Aspromonte|Aspromonte]] la cui vetta più elevata, il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Montalto_%28Aspromonte%29|Montalto o monte Cocuzzo]] che raggiunge i 1955 m.
 +  * la pianura più grande della Calabria è la [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Piana_di_Sibari|Piana di Sibari]].
 +Le pianure coprono il 9% del suo territorio e sono tutte di modesta estensione. Le montagne occupano circa il 41%.\\ ​
 +==== Idrografia ====
 + I fiumi della Calabria non presentano generalmente uno sviluppo significativo a causa della forma stretta e allungata, della penisola calabrese e a causa della disposizione dei rilievi montuosi perciò sono a carattere torrentizio. Fanno eccezione il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Crati|Crati]] e il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Neto|Neto]],​ i fiumi più lunghi, i quali sfociano entrambi nel [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Mar_Ionio|mar Ionio]]. Tributano anch'​essi allo [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Mar_Ionio|Ionio]],​ ma con un corso di gran lunga più breve, il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Trionto|Trionto]],​ il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Tacina_%28fiume%29|Tacina]] e il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Corace_%28fiume%29|Corace]];​ questi ultimi fiumi, come peraltro il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Neto|Neto]],​ nascono dalla [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sila|Sila]]. Dall'​altopiano della Sila hanno origine anche l'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Fiume_Amato|Amato]] e il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Savuto_%28fiume%29|Savuto]],​ che insieme al [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lao_%28fiume%29|Lao]] che scende dal [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Massiccio_del_Pollino|Massiccio del Pollino]], sono i maggiori fiumi del versante tirrenico. Gli altri corsi d'​acqua sono ancora più brevi e hanno le caratteristiche tipiche delle [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Fiumara_%28idrografia%29|fiumare]] in quanto hanno regime torrentizio,​ scorrono incassati in stretti versanti a monte per poi riversarsi nelle pianure alluvionali in ampi alvei ciottolosi, asciutti per gran parte dell'​anno,​ ma che possono riempirsi repentinamente in occasione di temporali o piogge violente.\\ ​ Esistono numerosi laghi che sono artificiali,​ soprattutto sull'​altopiano della [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sila|Sila]]. I principali sono l'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lago_Ampollino|Ampollino]],​ l'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lago_Arvo|Arvo]],​ il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lago_Cecita|Cecita]],​ l'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lago_Angitola|Angitola]] e il [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Lago_Passante|Passante]].\\ ​ Tra le specie ittiche che meritano particolare tutela e che vivono nelle acque dolci calabresi c'è l'​alborella meridionale (//​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Alburnus_albidus|Alburnus albidus]]//​).\\ ​
 +==== Geologia ====
 +
 +| \\ | \\ |
 + ​Quando si parla della geologia della Calabria si riferisce generalmente all'​Arco calabro, anche detto "Arco Calabro-Peloritano"​. Si tratta di un dominio semi-circolare che comincia a sud della Basilicata e comprende il settore nordorientale della [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sicilia|Sicilia]],​ con i [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Monti_Peloritani|Monti Peloritani]]. Il basamento della Calabria è costituito principalmente da rocce cristalline e metamorfiche di età Paleozoica, coperte dai successivi sedimenti principalmente Neogenici. Le rocce del substrato sono costituite da diverse unità tettoniche ("​falde"​) sovrapposte le une alle altre e sulle unità degli Appennini meridionali e delle Maghrebide siciliane.\\ ​ L'​evoluzione Neogenica del Mediterraneo è quella tipica dei sistemi Arco-Fossa di subduzione, caratterizzata da uno slittamento dell'​Arco Calabro verso Sud-Est in concomitanza con l'​apertura del bacino Tirrenico. Il cosiddetto avampaese di questo sistema è costituita dalla piattaforma Apula e dalla piattaforma Ibleo o "​Ragusana"​. Il Tirreno rappresenta il bacino di retro-arco di questo sistema di [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Subduzione|subduzione]],​ dove le parti con affinità africana subducono al di sotto degli elementi di affinità Europea (Arco calabro).\\ ​ Per la letteratura scientifica precedente al 1973 si riferisce a Ogniben (1973). La letteratura storica è rappresentata dalle pubblicazioni di: Ippolito (1959), Cortese (1895), Limanowski (1913), Quitzow (1935), Caire et al. (1960), Caire (1961), Grandjacquet et al. (1961); Ogniben (1969, 1973), Caire (1970, 1975, 1978), Burton (1971), Amodio-Morelli et al. (1976), Dubois (1976), Grandjacquet and Mascle (1978). Seguono i lavori di Tortorici, 1981; Rossi e Sartori, 1981; Ghisetti e Vezzani, 1981; Moussat, 1983; Patacca et al., 1990; Knott e Turco, 1991; Monaco e Tortorici, 2000; van Dijk, 1992; van Dijk et al., 2000.\\ ​ La Calabria è una regione ad elevata pericolosità sismica.\\ ​
 +==== Clima ====
 + Il clima calabrese è generalmente di tipo [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Clima_mediterraneo|mediterraneo]]. Il litorale ionico è più secco e arido di quello tirrenico che si presenta con un clima più mite. Le temperature in genere lungo le coste non scendono mai sotto i 10 gradi e non salgono mai sopra i 40 °C, con punte di 42-44 °C nei mesi estivi. Lungo gli [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Appennini|Appennini]] e nelle zone interne, dal [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Massiccio_del_Pollino|Pollino]],​ alla [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Sila|Sila]] fino all'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Aspromonte|Aspromonte]],​ il clima è montano appenninico (continentale freddo) con inverni freddi e nevosi, l'​estate è tiepida e non mancano temporali. Da segnalare l'​interessante escursione termica giornaliera,​ in inverno, nella [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Valle_del_Crati|valle del Crati]], dove anche a quote di pianura possono verificarsi abbondanti nevicate.\\ ​ Le stazioni meteorologiche ufficialmente riconosciute dall'​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Organizzazione_Meteorologica_Mondiale|Organizzazione Meteorologica Mondiale]] presenti nel territorio regionale sono:​\\ ​
 +
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Bonifati|Bonifati]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Calopezzati|Calopezzati]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Capo_Spartivento|Capo Spartivento]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Catanzaro|Catanzaro]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Cosenza|Cosenza]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Crotone-Isola_di_Capo_Rizzuto|Crotone-Isola di Capo Rizzuto]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Lamezia_Terme|Lamezia Terme]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Monte_Scuro|Monte Scuro]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Punta_Alice|Punta Alice]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Reggio_Calabria|Reggio Calabria]]
 +  * [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Stazione_meteorologica_di_Vibo_Valentia|Vibo Valentia]]
 +\\ \\ 
 +===== Scienze: =====
 +==== calabria ====
 +==== Vegetazione ====
 + Le differenti condizioni climatiche della regione favoriscono anche una diversa vegetazione da zona a zona. Dal livello del mare fino ai 600 metri (piano mediterraneo) predomina la macchia mediterranea con [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Olea_europaea|ulivi]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Quercus_ilex|lecci]] e altre piante tipiche del clima mediterraneo. Dai 700 metri fino ai 1000 metri (piano della bassa montagna appenninica),​ invece, cresce una vegetazione di transizione:​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Castanea_sativa|castagni]] e altre [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Quercus|querce]] hanno la loro dominanza. Dai 1000 metri in su (piano montano) dominano le specie tipiche del clima di montagna, composte da [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Fagus_sylvatica|faggio]],​ [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Abies_alba|abete bianco]] e [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Pinus_nigra_laricio|pino laricio]]. Sulle Serre calabresi il piano montano inizia, in alcuni punti, anche a 800 metri. Come non citare il famoso "pino loricato"​ (//​[[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Pinus_heldreichii|Pinus heldreichii]]//​),​ simbolo indiscusso del [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Parco_nazionale_del_Pollino|Parco nazionale del Pollino]]. Questa antica reliquia vive solo sul [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Massiccio_del_Pollino|Pollino]],​ mentre fuori dal territorio italiano lo si trova sui [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Monti_Balcani|Balcani]].\\ ​
 +===== Inglese: =====
  • mirko-c.txt
  • Ultima modifica: 2019/09/27 23:36
  • (modifica esterna)