Welcome

Nella caverna di Platone

Andrea – Son d’accordo che è un mito. Chi entra poi esce, è anche confuso…non vede più le ombre e pensa che siano tutta un’altra cosa le cose che vede senza ombra

Darius – tu non potevi girare la testa e vedevi solo l’ombra: era un uccello ad esempio ma alla fine erano solo delle mani

Kevin – ma alla fine come è finito?

Noemi – se io sto per tanto tempo in una caverna, poi torno alla luce fuori, non mi ricordo bene e mi confondo

Gaia – Ti rispondo io Darius. L’uomo che è uscito dalla caverna ha capito qual è la realtà e non vuole più tornare dentro

Simone – per me il significato è che si fa fatica a comprendere delle cose ma alla fine hai un buon risultato

Chiara – sono d’accordo perchè quando credi tanto in una cosa, non pensi più “magari sto sbagliando” ma pensi “beh è giusto” perchè ci stai credendo

Mattia Ci – Son d’accordo con Platone che prima di devi abituare a vedere la luce… prima a vedere le ombre e poi pian piano vedere il sole della realtà

Richi – Visto che a quei tempi non era facile ragionare così, Platone ha fatto una cosa che nessuno poteva fare

Giulia Co – Platone ha ragionato nel modo che pensava giusto…che poi tra filosofi ognuno la vedeva a modo suo

Giulia Cr – a me è piaciuto il finale perchè c’è da ragionare…non è una cosa semplice l’insegnamento del mito. Se ho capito bene ti dice come alcune volte captare l’anima e non rinchiuderti nelle tue cose ma uscire e viverti la vita

Ale – anche a me è piaciuto il finale: l’uomo che fino a quel tempo aveva visto solo ombre, quando è uscito, dopo essersi abituato alla luce, ha visto il vero mondo e ha preferito quello alle ombre

Ginni – anche oggi alcune cose anche se vediamo chiaramente, alcuni fanno finta siano ombre perchè non ci fanno caso, fanno finta di non vederle

Elisa – la persona che è uscita prima vedeva solo ombre, dopo l’abbaglio del sole ha capito che il mondo all’esterno è pieno di cose belle

Leonardo – per me succede anche oggi che alcune persone si nascondono e non sanno il mondo come va

Ginevra – Se vai dalle ombre a vedere delle persone che muovono le cose che vedevi comunque per te è una scoperta

Franci – non bisogna avere paura di uscire dalle situazioni personali

Ginevra – si deve uscire e combattere le paure

Noemi – Non stare lì in una stanza da soli perchè c’è un mondo più bello

Simone – alcune cose belle non si possono trovare nella propria cameretta. Già guardando fuori dalla finestra si vedono nuove cose

Elisa – E’ importante uscire per conoscere il territorio circostante

Giorgia R – Bisogna anche imparare a non restare sempre lì con le persone stesse ma uscire a conoscere altri

Andrea B – Non sprecare la propria vita in una stanza ma andare a esplorare nuove cose

Chiara – Provare a cambiare ti può far vivere esperienze migliori

Giulia Co – La prima volta che esci da un posto hai paura ma poi decidi o vai avanti o continui a aver paura e torni indietro

Ale – Le persone che seguivano Platone sono quelle che sono uscite. Gli altri son rimasti nella caverna e hanno preferito vedere le ombre e non il mondo reale.

Ginni – Non si deve stare in disparte ma mostrarsi al mondo

Ami – A me ricorda quello che abbiamo fatto ieri in storia su Platone

Elisa – bisogna conoscere il territorio circostante

Giorgia R – si deve anche imparare a non stare con le stesse persone ma provare a uscire e cambiare

Andrea Buzzi – sono d’accordo con Noemi di non sprecare la vita in una stanza ma andare a esplorare nuove cose

Giulia Cr – Come dice Gaber, la libertà non è star sopra un albero. La vita va sfruttata per farsi male ma anche rialzarsi

Simo – Non ascoltare solo quello che dicono gli altri ma ragionare da soli

Mattia Co – a stare solo in una stanza sprechi la vita

Andrea G – A me vengono in mente i carcerati che come ha detto Arianna sono rinchiusi…

Mattia Ci – Quello che è uscito, l’hanno criticato ma lui era libero di pensarla come voleva e poteva uscire, senza farsi obbligare

Giulia B – La vita è solo una e va sfruttata

Chiara – Credere a se stessi non agli altri

Ginevra Pe – Se tutti ti dicono di non fare qualcosa ma tu pensi di sì, magari hai ragione e uscendo ti diverti

Vittoria – La vita va vissuta…sono d’accordo

Elisa – Quando è tornato dentro, gli altri non hanno apprezzato la sua richiesta

Ale – i due prigionieri lo hanno accusato di essersi rovinato gli occhi ma secondo me è il contrario..sono i due incatenati che si rovinano gli occhi e l’altro ha compreso il vero senso

Andrea B – Infatti chi va fuori ha scoperto un nuovo mondo e quelli dentro invece si rovinano gli occhi e la mente immaginando che le ombre siano vere

Andrea G – Se esci impari cose in più

Chiara – Chi esce ha imparato più cose…non solo a quelle che credeva prima

Noemi – E’ meglio ragionare da soli

Ginevra P – Se esci fuori puoi trovare una nuova vita

Marco – Quelli che escono hanno imparato la libertà

Mattia Ci – Quando è uscito ha capito il mondo reale e la libertà

Giorgia V – La vita non è stare in una grotta al buio. Bisogna anche fare delle esperienze fuori.

Ginni – Chi è dentro non ha visto il mondo nella realtà

Kevin- Sono d’accordo a godersi la vita fuori e non ascoltare chi ti dice di stare dentro per paura di rovinarsi gli occhi

Aaron – Nella vita bisogna fare tante esperienze e si deve anche rischiare

Darius – infatti nella vita bisogna muoversi

Leo – Son d’accordo con quello che ha detto prima Ale, perchè erano i due prigionieri che vedevano male non quello che si è liberato

Thomas – Quelli dentro vedevano una falsità rispetto a quelli fuori

Samuele – Anch’io sono d’accordo: bisogna andare fuori dalla grotta e vivere il mondo fuori

Rayan – Son d’accordo con Aaron che bisogna uscire e non stare rinchiusi in una stanza

Andrea B – Son d’accordo con quello che ha detto Marco prima che hanno scoperto la libertà

Aaron – Aggiungo a quello che ho detto prima che noi siamo bambini e abbiamo quindi ancora tanto tempo per scoprire il mondo

Leonardo – Quelli che sono rimasti dentro hanno fatto un po’ gli sfaticati perchè si sono accontentati di quello che vedevano

Andrea G – se siamo liberi dobbiamo sfruttare la nostra libertà

Ginevra – Se non esci dalla grotta magari pensi che dietro al muro ci sia chissà cosa; solo andando a vederlo lo sai

Elisa – Non erano infatti sicuri di quello che vedevano; chi è uscito, si è imbattuto nelle cose vere

Chiara – sono d’accordo con Marco che se fai una scelta non devi pentirti: quella persona ha fatto una scelta e ha trovato la libertà

Mattia Ci – E’ come se metti due mondi, uno sopra e uno sotto, uno di crudeltà e uno di libertà. Ci sono tre ragazzi che sono a vedere la crudeltà, poi uno si stanca e va nell’altro mondo, quello della libertà e dice: Guardate che bello l’altro mondo! ma loro si accontentano e non vogliono vedere le cose più belle

Giulia Co – quelli che non escono stavano così bene…però non troveranno mai la vera felicità

Tommi – sono d’accordo con Andrea G. Tanta gente ha lottato per darci la libertà e loro che non la usano, l’hanno sprecata; quello che è uscito, la sta usando

Ami – Non andare a scuola e stare a casa è come stare nella grotta. Se vai a scuola vedi i tuoi amici, se stai a casa non c’è nessuno. Secondo me è meglio andare a scuola.

Giorgia V – Le ombre ci saranno sempre, perchè basta che fai buio nella stanza. Ma la vita finisce.

Ale – Come ha detto Giulia quelli che stanno bene con quello che vedono, è perchè conoscono solo quello

Giulia Cr –

Meli – I ragazzini che stavano seduti non sapevano se era vero o falso..o magari era un dio che faceva le ombre, Richi – Sono d’accordo con tutti. Essendo che ci sono delle ombre, pensano di sapere ma non sanno, mentre secondo me quello che succede al ragazzo che esce è che non è abituato alle cose belle, quindi gli sembrano strane

Francesco – stare in una grotta è come non sapere, invece se esci puoi conoscere, goderti la vita

Marco – non sono d’accordo con Aminata. Stare a casa non è solo solitudine, ricordatevi che c’è anche whatsapp per contattare e andare sui giochi online

Emma – le persone che stavano nella grotta pensavano che quello era il mondo reale, ma la persona che è uscita si è accorta che era un mondo di bugie e che quello reale era fuori dalla grotta.

Zak – Mi ha turbato il mito…e il fatto che uno è nella grotta poi esce e non ha capito niente

Mattia Co – Sono d’accordo con Aminata che restare a casa senza vedere gli amici è brutto

Aaron – Con whatsapp però non è la stessa cosa…non puoi abbracciare, ma solo parlare

1 thought on “Nella caverna di Platone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *